Mestre, Novotel

6 dicembre 2019

ore 20:00

Dalla Laudato sii di Papa Francesco all'Agenda 2030 per un ambiente sostenibile

Da alcuni anni si manifestano in modo crescente rischi per tutti i paesi derivanti dai cambiamenti climatici causati dalla modalità intensiva dell’attuale modello di sviluppo.

Anche l’Italia e il Veneto risultano da tempo pesantemente colpiti con eventi atmosferici eccezionali che si susseguono sempre con maggiore frequenza. Ultimi esempi, la tempesta Vaia nel 2018, preceduta anni fa dal tornado che ha devastato la Riviera del Brenta, è in queste settimane l’eccezionale acqua alta che ha sconvolto Venezia, causando danni per miliardi di euro, e che deve restare in testa alla classifica delle emergenze climatiche con la totale partecipazione di tutte le forze politiche, economiche e sociale dell’intero pianeta.

Questa emergenza ha trovato una risposta a livello internazionale nel 2015 con l’approvazione da parte l’Onu e di 193 Paesi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile che partendo da un chiaro giudizio sulla insostenibilità dell’attuale modello di sviluppo non solo sul piano ambientale ma anche su quello economico e sociale ha definito 17 obiettivi di sviluppo sostenibile, articolati in 169 target da raggiungere entro il 2030 per rimettere il pianeta su un sentiero di sostenibilità.

Dal 2015 ogni Paese si e’ impegnato a definire una propria strategia di sviluppo sostenibile, rendicontando i risultati conseguiti in sede Onu.

L’Italia ha definito la Strategia per lo sviluppo sostenibile nel 2017 e in questi mesi le Regioni, tra cui anche il Veneto stanno definendo le strategie regionali.

Si tratta di iniziative che hanno bisogno di una verifica costante sul raggiungimento dei singoli obiettivi di sostenibilità e di una forte partecipazione dal basso da parte dei cittadini e del tessuto delle Associazioni ambientali, economiche e sociali, di un cambiamento delle politiche da parte delle Istituzioni preposte.

Intervengono:

  • Giorgio Santini - già Sindacalista Cisl, Senatore XVII legislatura e Presidente Associazione Veneta Sviluppo Sostenibile.
  • Matteo Mascia - Componente del gruppo “Custodia del Creato della CEI” e Curatore del Rapporto della Fondazione Lanza “L’agire ecologico”
  • Pier Francesco Ghetti - già Rettore dell’Università Cà Foscari di Venezia
  • Bruno Bernardi - Direttore della Scuola di Formazione Politica

Pier Francesco Ghetti

Matteo Mascia

Giorgio Santini