A spasso nel tempo...

Il nuovo programma delle Uscite del Sabato proposte dal Circolo Veneto

A volte è bello perdersi... Lo diceva anche Goethe nei suoi Diari a proposito di Venezia e delle sue strette e misteriose calli. Perdersi e per qualche ora lasciare alle proprie spalle gli schemi e le strutture in cui imprigioniamo le nostre giornate e vivere ciò che troviamo dietro un angolo così come viene. Perdersi e trovare imprevisto un colore, una farfalla, una storia scritta su una pietra che ci parla di tempi e persone passate. A questa “sana libertà” ho voluto ispirare le “Uscite del Sabato” di quest’anno (che tornano a pieno titolo dopo gli ultimi difficili periodi di pandemia) senza un vero motivo conduttore ma balzando qua e là nel Tempo dell’Uomo, dalle Rovine dell’Antica Roma al dissacrante Genio dei Futuristi, passando attraverso l’Armonia di Palladio, la Gioia del Colore di Veronese, il Profumo di Piante Esotiche e la Perfezione di Canova. Lasciando trovare a Voi il sottile filo che ci porti fino a noi e alla personale Emozione di ciascuno.

Marco Ladiana
Curatore delle Uscite del Sabato

Il programma di dettaglio per ciascuna giornata sarà pubblicato circa un mese prima di ciascuna iniziativa.

Sabato 29 ottobre 2022 - Mostra sul Futurismo a Palazzo Zabarella, Basilica del Santo e Orto botanico

Padova, silenzio e rumore

Dove ognuno di noi può trovare la via per il suo “viaggio” dentro sé stesso e nel mondo? Nella storia questo è avvenuto nel silenzio e nella pace dei chiostri medievali come quelli della celebre basilica del Santo, quando il misticismo e la fede guidavano ogni gesto quotidiano, oppure tra gli aromi e i profumi inebrianti di esotiche essenze, quando il mondo dei monaci e dei cavalieri iniziava ad aprirsi a nuove frontiere lontane. Ma anche nel sogno dirompente di un futuro diverso, quando rumore e macchine invasero anche quegli spazi prima così riservati...

PROGRAMMA

  • Ore 09.40 Partenza in treno da Venezia Santa Lucia

  • Ore 09.53 Partenza in treno da Venezia Mestre

  • Ore 10.07 Arrivo a Padova

  • Ore 11.30 Visita alla Mostra sul Futurismo

  • Ore 13.00 Pranzo presso il Circolo Ufficiali in Prato della Valle

  • Ore 15.00 Visita alla Basilica del Santo

  • A seguire Visita all’Orto Botanico

  • Ore 17.22 Rientro a Venezia

NOTIZIE UTILI

INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

info@ilcircoloveneto.eu - tel. 3276860052 - entro il 20 ottobre 2022

Sabato 28 gennaio 2023 - La mostra di Canova e il Borgo degli Alpini

Bassano del Brappa, l’ideale perfetto

E qual è la meta di quel lungo e faticoso viaggio di ognuno… dove si realizza oggi come ieri quella “perfezione” tanto sognata? Nella vita e nella eterna bellezza fermata nel tempo del genio di Canova e delle sue sculture o nella “eroica morte” e nel sacrificio supremo degli eroi del Grappa e del Carso che versarono il loro sangue per l'Italia? Bassano porta con sé questo stridente e suggestivo contrasto nella penombra dei suoi vicoli, nei resti del suo antico castello ma soprattutto attraverso quel celebre Ponte su cui “darsi la mano” per non dimenticare…

Sabato 25 marzo 2023 - Gallerie dell’Accademia e le chiese di San Sebastiano e dei Gesuati

Venezia, il colore della vita

Paolo Veronese attraverso i suoi capolavori di luce e colore: le Gallerie dell’Accademia e le chiese di San Sebastiano e dei Gesuati. Ma quel “viaggio” che per Canova era in bianco e nero, per altri fu invece a colori sgargianti e potenti, espressione di sfarzo e ricchezza, di opulenza e di trasgressione. Alla corte del Doge e delle nobili famiglie venete, nelle chiese dei potenti ordini monastici (tra cui i Gesuati e i Gerolamini), così come nelle monumentali ville di campagna, quei colori ancora oggi trasformano lo spazio e coinvolgono in un turbine di emozioni che ci riporta alle glorie della Serenissima ma anche alle trame oscure e alle congiure dei tempi dell’inquisizione che “trasformarono” con l’astuzia dei geni una "ultima cena” in un ricco banchetto...

Sabato 22 aprile 2023 - Caterina Cornaro e Sissy: dalle stanze del Palazzo reale a quelle di Ca’ Corner della Ca’ Granda

Venezia, regine e principesse

Nessun “viaggio” si può fare da soli… ed è l’amore che tutto muove. Da Beatrice a Laura, fino a Francesca e Alice, poesie e canzoni hanno accompagnato i passi ed i battiti di cantori e cantautori. Nei secoli grandi donne hanno percorso fastose stanze e deciso momenti importanti e difficili della storia della Venezia dominante e di quella dominata: Caterina Cornaro regina di Cipro e “figlia” della Serenissima in quelle austere del palazzo di famiglia sul Canal Grande edificato da Sansovino, e l’imperatrice venuta da lontano in quelle neoclassiche ridisegnate apposta per lei nell’800… aprendo un’altra “porta” il viaggio continua.

Sabato 27 maggio 2023 - Le basiliche di San Giorgio e del Redentore e gli itinerari segreti di Palazzo Ducale

Venezia, la luce e l'oscurità. Palladio e i segreti della Signoria

Il giorno e la notte, la luce e l’oscurità, il sogno e l’incubo… Ogni viaggio ha sempre due volti come ogni cosa della vita... Poi spetta a noi scegliere. E se Palladio nelle sue architetture ci riempie di luce riflessa su forme perfette a rimarcare un momento di “rinascita” sulle orme della classicità, quasi nello stesso frangente al di là di una parete nascosta Casanova ed altri erano prigionieri in umide celle a trascorrere i loro giorni e le loro condanne inflitte dagli “inquisitori di notte” .

Sabato 24 giugno 2023 - Gli scavi ritrovati dell’antica Opitergium

Oderzo, l'antico risorge

In ogni “viaggio” qualcosa si perde sempre, dimenticata, distrutta... dentro o fuori di noi. Antiche potenti città, antenate della nostra Venezia, per secoli con le loro rovine furono cancellate dalla storia e dal tempo per poi essere riscoperte in anni vicini a noi quasi per caso e rivalutate dall’archeologia moderna in modo intelligente e rispettoso. Oderzo ne è un esempio esemplare con una “città sotto la città” che tra un garage ed una cantina ci riserverà molte sorprese!